CARTOLINE

 

"LE MIE CARTOLINE"

QUALCHE CENNO SULLA CARTOLINA ILLUSTRATA IN ITALIA


 

Dal 1° gennaio 1889 entrarono in circolazione le prime cartoline “autorizzate” dal Regio Governo. Erano cartoline di produzione privata, illustrate dapprima con disegni monocromatici e successivamente con riprese fotografiche delle varie località. All’inizio costavano per l’affrancatura 2 centesimi, poi diventarono 10, 15, 20 nel 1925. Le prime cartoline illustrate presentavano nel frontespizio angoli di città o paesi, mentre il retro era destinato all’indirizzo e al francobollo.

 

Nel 1908 in Italia venne introdotta, sulla base del modello inglese del 1902,  la divisione in due parti del retro, metà destinata all’indirizzo e all’affrancatura, l’altra destinata ai saluti. Dopo un inizio difficile, se ne stampavano poche e le compravano più che altro i collezionisti, divenne - grazie alla stampa sempre più diffusa- popolarissima e venne utilizzata per i saluti e le informazioni, mentre quella postale serviva per comunicazioni commerciali.



Il francobollo per le cartoline nel 1960 costava 30 lire. Negli anni sessanta e settanta ci fu il boom delle cartoline, specialmente quelle spedite dai luoghi di vacanza; poi con l’avvento dei telefonini e del computer, sms e e-mail ne hanno soppiantato la compravendita.

Le mie collezioni


Ho diviso le mie cartoline in diversi settori in base ad un tema prestabilito:


- un album dedicato alla mia città natale Milano

- un album dedicato alla città che amo di più Venezia

- un album dedicato all’Italia, 200 cartoline delle regioni in bianco e nero

- due  album dedicati alle vacanze degli italiani  “in bianco e nero”  anni ‘50

- un album dedicato  alle vacanze degli italiani “a colori” per gli anni ‘60

- un album dedicato ai luoghi santi, chiese, cappelle, santuari della Lombardia

- uno dedicato alla Provincia di Monza e Brianza, con cartoline di tutti i comuni

 

- avanzano circa tremila cartoline di Italia ed estero, divise per regioni o paesi.

 

Pagina a cura di Alberto Cucchi